Ciao, mamme! Ivana si presenta.

AAEAAQAAAAAAAAtbAAAAJDZjODEwODk2LTNkZTItNDAzYS1iOTRmLTI5Mzk1MjY5OWNjNw

  • Ciao mamme, sono Ivana Danisi, una mediatrice di conflitti.
  • E che lavoro è?
  • Una professione poco conosciuta, molto bella e preziosa, in cui provo ad aiutare le persone a parlarsi quando c’è un blocco nella comunicazione o quando la comunicazione funziona male.
  • Che fatica! Funziona anche con i figli?
  • Si, molto! Richiede impegno, ma cambia il modo di relazionarsi. Non cambia vostro figlio!!! Resta sempre lo stesso, ma pian piano impara un nuovo linguaggio e questo, qualche volta, aiuta.
  • Come mai fai un lavoro così? Devi essere una persona tranquilla…
  • Tutt’altro! Sono piuttosto inquieta. Ho conosciuto presto “il conflitto” e ho provato a farmelo “amico”, a comprenderlo. E, soprattutto, a capire come saltarci fuori. Non significa che non abbia più conflitti, ma nel tempo, ho imparato a gestirli.
  • Vuol dire che fai sempre la pace?
  • Vuol dire che ho imparato ad analizzare quello che mi accade e a provare a capire il punto di vista dell’altro, senza avere la pretesa di essere sempre nella ragione. Questo, qualche volta porta ad andari avanti nella relazione e qualche volta porta a chiudere.
  • Con i figli non si può chiudere.
  • Per questo è importante trovare un modo sano per comunicare con loro e per accogliere e comprendere noi stesse.
  • Sei una psicologa?
  • Ho studiato filosofia, laureandomi con una tesi sulla Mediazione dei conflitti: dal conflitto al confronto”, perché come dicevo, ho impattato presto con questa esperienza difficile. Dopo ho seguito dei corsi annuali sulla “Mediazione pacifica dei conflitti” e sulla “Mediazione Familiare” e, 17 anni fa ho iniziato a fare esperienza. È diventato il mio lavoro. 10 anni fa, insieme ad altre due donne, fo fondato, a Modena, una cooperativa che si chiama “Mediando”, nella quale è cresciuta la mia esperienza su tanti tipi di conflitti, soprattutto familiari. Anche in quell’evento difficile che è la separazione. Poi ho sentito il bisogno di cambiare, di mettermi di nuovo in gioco, mantenendo lo stesso lavoro, ma iniziando come libera professionista. Ho molti progetti. Innanzitutto, quello di far conoscere la mediazione, anche in un blog. Non chiudermi solo in un studio di consulenza, ma provare a confrontarmi con le persone, utilizzando tutte le risorse che ci sono, come quella della rete. Certo, prediligo sempre il confronto di persona, perché amo il contatto a caldo e, spero, che avremmo occasione di conoscerci dal vivo, ma trovo interessante avvicinare a questo tema tante persone…chi di noi non ha conflitti? Un altro progetto è quello di offrire anche degli strumenti operativi, una metodologia collaudata, perché è complesso affrontare il conflitto con partner e figli. Infine, anche se la fine non c’è, continuo a fare ricerca su questi temi, perché l’essere umano è complesso (noi donne di più!) e mi piace intrecciare più approcci che offrano il massimo possibile del benessere personale. Amo il mio lavoro e lo faccio con passione. Con la stessa passione con cui ballo il tango e il ritmo intenso della vita. Sono come molte di voi: piena di contrasti e di sbalzi di umore (soprattutto nel premestruo!), ma ho imparato a fare dei miei limiti la mia ricchezza. Voglio invecchiare con tutte le rughe che i conflitti hanno segnato sul mio volto e vederne la bellezza…soprattutto quando sorrido. Ciao mamme!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...